Coaching e Empowerment

Date di inzio corso:

Descrizione

Coaching e Empowerment sono due concetti molto differenti, per quanto entrambi convoglino nel miglioramento della gestione del personale aziendale.

Il coaching è una competenza relazionale che si basa sulla valorizzazione del potenziale personale di ciascun discente.

Il coaching è una competenza relazionale che si basa sulla valorizzazione del potenziale personale di ciascun discente.

Si tratta di un metodo di sviluppo basato sulla valorizzazione e allenamento delle potenzialità sensoriali.

È una partership operativa, un’alleanza attraverso un processo creativo che stimola la riflessione ispirando l’altro a massimizzare il proprio potenziale.

“È un processo di partnership finalizzato al raggiungimento degli obiettivi definiti con il Coachee (e con l’eventuale committente). L’agire professionale del Coach facilita il discente nel migliorare le prestazioni professionali e personali mediante la valorizzazione e il potenziamento delle sue risorse, capacità personali e competenze. Queste influenzano il potenziamento dei risultati e più in generale del benessere del Coachee.”

Norma 11601:2015

Prestazione = potenziale – interferenze

Se applicato correttamente porta numerosi benefici tra cui:

-Accelera la crescita dell’individuo in quanto grazie ad essa ognuno giunge a focalizzare in maniera più efficace e consapevole gli obiettivi da raggiungere e le conseguenti scelte da porre in atto

-Apprendimento ed elaborazione delle tecniche e delle strategie atte a migliorare sia la performance che la qualità della vita del discente

-Apertura di nuove prospettive di sfide e opportunità personali

-Accrescimento nelle capacità di pensiero e nella presa di decisioni

-Miglioramento nell’efficienza interpersonale e una maggiore fiducia nell’esprimere i ruoli scelti nella vita e al lavoro

 

Il termine empowerment indica appunto questo processo di crescita, inteso sia dell’individuo sia del gruppo, basato sull’incremento dell’autostima, dell’autoefficacia e dell’autodeterminazione per far emergere risorse latenti e portare l’individuo ad appropriarsi consapevolmente del suo potenziale.

Un soggetto debole, dipendente, passivo, pessimista, con un locus of control esterno, è un soggetto downpower al quale va ridato potere, un soggetto che deve essere rafforzato, che va aiutato nell’attivazione e a volte anche nella scoperta stessa delle sue risorse.

 

Contenuti

 

  • Comprendere la relazione tra ruolo e ambiente organizzativo e cogliere i principali fattori di influenzamento ambientale
  • Riflettere sulle proprie caratteristiche personali
  • Tratteggiare un piano di azione
  • Definizione di empowerment
  •   definizione di Powerless (condizioni e conseguenze) –
  • rocesso di empowermente e reframing
  • Correlazione fra commitment ed empowerment: analizzando i bisogni
  • Analisi del sistema di riferimento e individuazione degli elementi chiave che condizionano i comportamenti organizzativi: strutture, processi, relazioni, cultura e clima
  • Definizione ed analisi degli obbiettivi, potenzialità e performance
  • Interferenze, stress emotività come arginarle in modo che non influiscano l’ambiente lavorativo
  • Il metodo ACT – cerchio motivazionale: soddisfazione, sforzo, performance e riconoscimento
  • reattività e proattività
  • matrice STOP: autolimitazione
  • L’approccio assertivo come difesa da aggressività, manipolazione e passività.

Dettagli corso

A CHI E' RIVOLTO

AD, dirigenti, manager, capi reparto, direttori del personale, responsabili di area e coordinatori di risorse umane.

Sorry, this event is expired and no longer available.

Info Corso

Costo

Corso a Milano: 120,00
Webinar: 120,00

Sede

Milano
Webinar

Date corso

    Condividi questo corso
    AGGIUNGI AL TUO CALENDARIO
    Carrello