RPCT e Sistema Anticorruzione

Date di inzio corso:

Descrizione

La figura del RPCT è stata istituita dalla legge 6 novembre 2012, n. 190 che stabilisce che ogni amministrazione approvi un Piano triennale della Prevenzione della Corruzione
che valuti il livello di esposizione degli uffici al rischio e indichi gli interventi organizzativi necessari per mitigarlo. La predisposizione e la verifica dell’attuazione di detto Piano sono attribuite ad un Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza.

Si precisa che, nei casi di cui alle lett. c) e g), il RPCT, appena ricevuta la segnalazione, ove quanto denunciato non sia adeguatamente circostanziato, può chiedere al whistleblower elementi integrativi tramite il canale a ciò dedicato, o anche di persona, ove il segnalante acconsenta.

Una volta valutata l’ammissibilità della segnalazione, quale segnalazione di whistleblowing, il RPCT avvia l’istruttoria interna sui fatti o sulle condotte segnalate.

Il Whistleblowing è un fondamentale strumento di compliance aziendale (che approfondiremo nel dettaglio durante il corso), tramite il quale i dipendenti oppure terze parti (per esempio un fornitore o un cliente) di un’azienda possono segnalare, in modo riservato e protetto, eventuali illeciti riscontrati durante la propria attività.

Whistleblower in inglese significa “soffiatore di fischietto”: il termine è una metafora del ruolo di arbitro o di poliziotto assunto da chi richiama e richiede l’attenzione su attività non consentite, ovvero illegali, affinché vengano fermate.

La figura del RPCT si sostanzia prevalentemente in un’attività di controllo, assicurando trasparenza e completezza, dell’amministrazione per ciò che concerne i loro obblighi in ambito di pubblicazione nonché segnalando all’Oiv, e all’Anac gli eventuali ritardi o inadempimenti. Il responsabile trasparenza e anticorruzione agisce in determinati ambiti:

  • Ambito di riferimento all’organo di indirizzo politico dell’attività svolta;
  • Ambito propositivo di approvazione e modificazione del Piano triennale di Prevenzione della Corruzione, dopo averne verificato la concreta attuazione e applicabilità;
  • Ambito di definizione delle procedure di selezione e formazione dei dipendenti operanti in settori esposti a corruzione;
  • Ambito di controllo dell’effettiva ciclicità dei soggetti operanti in settori esposti particolarmente a reati di corruzione;
  • Ambito di pubblicazione, inerente la pubblicazione della relazione dell’attività svolta sul sito dell’amministrazione e trasmetterla successivamente all’organo di indirizzo;
  • Ambito di controllo del rispetto delle disposizioni contenute nel D.Lgs. n39 2013 (inconferibilità e incompatibilità incarichi).

 

Contenuti

 

  • L.190 e sua applicazione
  • Concetti di anticorruzione e trasparenza nell’apparato normativo italiano
  • Il ruolo del RPCT
  • La stesura del piano triennale della trasparenza e anticorruzione
  • Altre incombenze annuali e periodiche
  • La gestione dei whistleblowing

Dettagli corso

A CHI E' RIVOLTO

RPCT, Legal, Internal Audit

Sorry, this event is expired and no longer available.

Info Corso

Costo

Corso a Milano: 120,00
Corso a Bologna: 120,00
Corso a Roma: 120,00
Webinar: 120,00

Sede

Bologna
In sede c/o cliente
Milano
Roma
Webinar

Date corso

    Condividi questo corso
    AGGIUNGI AL TUO CALENDARIO
    Carrello